T>days: le navette per agevolare la pedonalizzazione del centro storico felsineo

Il 12 maggio 2012, a distanza di poco più di quattro mesi dalla nascita di Tper, il Comune di Bologna, nella figura dell’assessore alla mobilità Andrea Colombo, ha dato vita alla pedonalizzazione del centro storico in particolare della zona T ovvero le vie Ugo Bassi (dall’incrocio con Via Cesare Battisti), Rizzoli (fino a Piazza Di Porta Ravegnana sotto le Due Torri) e Indipendenza (fino all’incrocio con Via Augusto Righi).

Essendo la zona T luogo di interscambio delle maggiori linee portanti, quali 11, 13, 14, 15, 18, 19, 20, 25, 27, 28, 29, 30 e 86, Tper ha provveduto a deviare il traffico autobus sull’asse Marconi-Irnerio di tutte le linee che transitano nelle vie sopraindicate ad eccezione delle linee 13 la quale viene spezzata nei rami Ovest, da Borgo Panigale a Via Lame (svolta con filobus Crealis) e ramo Est da Piazza Cavour a San Ruffillo la quale per effetto della strettissima svolta da Piazza Cavour a Piazza Minghetti non è possibile effettuare con autosnodati; la linea 29 (che da Via Lame prosegue per Piazza Malpighi e le vie Nosadella e Urbana); le linee 11 e 30 che dalla zona dell’autostazione evitano la zona T effettuando le fermate di Via Dei Mille/Via Amendola, Via Marconi, Piazza Malpighi, Via Frassinago, Via Saragozza e Via D’Azeglio; le ultime linee, la 18 e la 86 che nei giorni feriali effettuano il capolinea in Piazza Roosevelt vengono limitate in Piazza San Francesco.

L’Iveco Crealis Neo in sosta in Via Lame, nelle giornate T>day capolinea della linea 13 ramo Borgo Panigale.
Un BMB M240NU Ibrido in sosta al capolinea Tday di Piazza San Francesco pronto per un’altra corsa di linea 18.

 

 

 

 

 

 

 

Questo Iveco 480.12.21 Turbocity effettua fermata nella centralissima Piazza Minghetti non distante dalla sua meta, come segnato dalla veletta, Piazza Cavour.
Questo esemplare di BMB M221LU sfila in Via Dei Mille, percorso Tday in direzione Deposito Due Madonne.

 

 

 

 

 

 

 

Un Mercedes Benz O530 Citaro ex Trieste Trasporti 908 in sosta alla fermata Marconi, durante il percorso Tday alla volta del Deposito Due Madonne.

Inoltre per agevolare le persone a sfruttare la pedonalizzazione del cuore del centro sono state istituite un paio di navette che uniscono la primissima periferia al centro arrivando fin sotto alle Due Torri: sono le cosiddette navette T.
La prima è la navetta T1 che collega Piazza di Porta Ravegnana con l’Ospedale Malpighi e il vicino Ospedale Sant’Orsola, la seconda è la Navetta T2 che dal Parcheggio Tanari, capolinea in comune con la linea 29 e che nel feriale viene raggiunto dalla Navetta C, attraverso il percorso della stessa navetta C, segue le Vie San Vitale, Castiglione e Farini arrivando sotto la basilica di San Petronio, in Piazza Maggiore.

Ma guardiamole più nel dettaglio!

Sotto un caldo sole di giugno sosta al capolinea del Parcheggio Tanari questo Irisbus Sitcar Citytour CNG pronto per effettuare un altro giro di T2.
Appena partito dal capolinea dell’Ospedale Malpighi la navetta T1, svolta con questo Citelis, sfila in Via Palagi alla volta di Piazza Di Porta Ravegnana

 

 

 

 

 

 

 

Partendo da Piazza Di Porta Ravegnana, capolinea posto proprio sotto alle Due Torri, la navetta T1 prosegue dritto per Piazza Della Mercanzia e Via Castiglione, vie che nei feriali vengono percorse dalle linee 11, 13, 20 e 30, successivamente, seguendo il percorso della feriale linea 11, svolta a sinistra in Via Santo Stefano dove effettua le fermate per servire Piazza Minghetti e la zona di Via Guerrazzi e il Teatro Duse.

Successivamente svolta in Via Dante come la linea 11 e arrivato all’incrocio con la circonvallazione svolta a sinistra verso Porta Mazzini dove girerà a destra prendendo la SS9 Emilia, in quel punto Via Mazzini.

Da Porta Mazzini la T1 segue il percorso feriale della linea 25 in direzione Fossolo, percorso che serve tutte le fermate di Via Mazzini fino alla chiesa degli Alemanni e al successivo incrocio effettua una svolta a sinistra per Via Palagi dove più avanti è posto il capolinea periferico dell’Ospedale Malpighi.

La stessa macchina qualche hanno dopo con la livrea ad hoc del vecchio progetto Civitas Mimosa.
Sosta al capolinea periferico dell’Ospedale Malpighi uno dei 2 Van Hool A330 Hybrid, appena acquistato dalla neonata T>per, mostra ancora la livrea felsinea.

 

 

 

 

 

 

 

Sul percorso di ritorno, uguale al percorso della linea 25 in direzione Stazione/Dozza, effettua tutte le fermate poste su Via Massarenti e Via San Vitale servendo quindi l’Ospedale Sant’Orsola, Porta San Vitale e Piazza Aldrovandi tornando successivamente al capolinea centrale di Piazza Di Porta Ravegnana.

Capolinea Piazza Di Porta Ravegnana, un Iveco CityClass 491E.10.24 CNG effettua una breve sosta prima di ripartire verso l’area ospedaliera.

La linea viene svolta da personale Tper con mezzi 12 metri assegnati al Deposito Ferrarese, di norma dovrebbero essere fissi i due esemplari di Van Hool A330 Hybrid (matricole 2640 e 2641) ma è capitato di vederci anche i nuovi Citymood LNG (matricole 5636-5666), I Man Lion’s City ex Finlandia (matricole 1663-1664 e 1670) o in passato anche i vecchi 490.12.22 Turbocity (matricole 5247-5267).

Questo esemplare di Man Lion’s City CNG, preso usato dalla capitale finlandese Helsinki, sta sfilando lungo Via Castiglione verso l’Ospedale Malpighi.
Il Turbocity 490.12.22 di Tper matricola 5259 in arrivo al capolinea centrale di Piazza Di Porta Ravegnana.

 

 

 

 

 

 

 

La linea T2 è invece una navetta circolare in servizio solo il sabato non festivo che collega Piazza Maggiore con il Parcheggio Tanari ricalcando in parte il percorso della linea C, navetta in servizio nei soli giorni feriali.

Al Parcheggio Tanari sosta questo BMB Zeus elettrico in attesa di ripartire al suo orario verso il centro città.

Partendo dal capolinea del Parcheggio scambiatore Tanari, che viene raggiunto dalle linee 29 (attiva tutti i giorni), C (solo nei feriali) e T2 (solo il sabato) la navetta segue il percorso della linea C servendo le zone di Via Bovi Campeggi, Viale Pietramellara, la Stazione ferroviaria di Bologna Centrale, l’autostazione e la Zona universitaria.

Un Alè Rampini effettua la svolta da Viale Pietramellara a Piazza XX Settembre diretto in Piazza Maggiore
Un Piccolo BMB Zeus elettrico effettua la svolta in Piazza Verdi in direzione Piazza Maggiore.

 

 

 

 

 

 

 

Arrivato all’incrocio Via Petroni/Via San Vitale la navetta lascia il percorso della C svoltando in Via San Vitale sul percorso della sopracitata linea T1 fino all’incrocio con Via Santo Stefano dove la T2 gira a destra per Via Farini arrivando in Piazza Maggiore dalla retrostante Piazza Galvani.

Un vecchio CAM Alè ibrido in sosta al capolinea di Piazza Maggiore, sullo sfondo un affollatissimo portico dell’Archiginnasio.
la stessa macchina ripresa dal lato opposto sullo sfondo la chiesa di San Petronio, patrono di Bologna.

 

 

 

 

 

 

 

Essendo Via Rizzoli zona pedonale, la navetta effettua in partenza un’inversione a U tornando in Via Farini, da Via Farini attraverso Piazza Malpighi, Via Ugo Bassi, Via Testoni e Via Porta Nova, va a servire il cuore del centro tramite Piazza Roosevelt (capolinea feriale delle linee 18 e 86), agevolando così lo sfruttamento della pedonalizzazione della zona centrale.

Un gemello, la 2416, sfila in Via Marconi, di ritorno da Piazza Maggiore, verso il parcheggio Tanari.
Un altro BMB Zeus, la 2413, ha appena svoltato da Via Ugo bassi in Via Marconi dirigendosi verso la stazione e successivamente al Parcheggio Tanari.

 

 

 

 

 

 

 

Da Piazza Roosevelt torna indietro per Via Porta Nuova e successivamente tramite le Vie Cesare Battisti e Ugo Bassi, nella parte non pedonale, ritorna su Via Marconi, e tramite Via Dei Mille e Indipendenza torna in zona Stazione e successivamente, tramite Via Bovi Campeggi ritorna al capolinea del parcheggio scambiatore di Via Tanari.
La T2 viene, come il resto delle navette, effettuata da personale appartenente ai consorzi del TPB con mezzi T>per assegnati al Deposito Ferrarese.
Essendo la zona di Via Porta Nova caratterizzata da strade molto strette sulla T2 è obbligatorio usare mezzi di tipologia minibus, quali Alè, sia CAM che Rampini (matricole 2501-2516, 2517-2522, la matricola 2523, 2524-2531 e 2532-2533), Iveco Sitcar Citytour CNG (matricole 2311-2316), e i piccoli BMB Zeus electric (matricole 2411-2416).

Quasi consuetudine vedere i BMB Zeus sul T2, qua la 2414 sta effettuando una corsa di T2 limitata in Piazza Cavour causa chiusura di Piazza Maggiore per manifestazione.
Precedente Metrobus, il futuro del trasporto piacentino